10 record italiani che gli stranieri ci invidiano (o forse no…)

00
  • RDC Web Radio

Il nostro paese, come tutti gli altri, ha delle caratteristiche in cui eccelle: alcune di queste caratteristiche costituiscono dei veri e propri record, record che vi elenchiamo in questa lista.

Ogni paese ha la sua cultura e le sue tradizioni, e alcune di queste sono più in vista di altre; in certi ambiti, poi, ognuno ha dei veri e propri record che lo contraddistinguono dagli altri paesi,record che possono essere positivi o negativi. E noi di record ne abbiamo molti, che all’estero vorrebbero avere e che ci invidiano, e anche qualcuno con cui decisamente non vorrebbero avere a che fare. Noi ne abbiamo raccolti un po’ e ve li presentiamo in questa interessante lista che ti farà capire quanto sia bello (o brutto,dipende) vivere in Italia.

10. Il numero di opere d’arte e il numero di siti UNESCO

È un dato difficile da quantificare, ma sembra che l’Italia possegga addirittura il 60% delle opere d’arte nel mondo intero, tra quele mobili, come in quadri, che si possono trovare nei musei, e quelle immobili, come le strutture. Purtroppo un dato del genere è molto difficile da quantificare proprio per l’enorme varietà di opere, in questo senso, ma sicuramente, e questo è molto semplice da contare, abbiamo più siti UNESCO di qualsiasi altro paese del mondo; arte che spesso e volentieri non riusciamo a sfruttare come si deve, ma che molti stati stranieri vorrebbero avere.

9. I bamboccioni, un terzo degli italiani che vive con i genitori!

Il termine “bamboccioni” fu coniato alcuni anni fa dall’allora ministro dell’economia Padoa Schioppa che definì così i ragazzi che non riescono a staccarsi dalla sottana della mamma. Un ministro che vive un po’ fuori dal mondo, senza conoscere lo stipendio medio dei ragazzi italiani, per chi ce l’ha, e il costo delle case al giorno d’oggi; dato di fatto, gli italiani sono il popolo con il maggior numero di bamboccioni, con un terzo dei ragazzi sopra ai 30 anni che ancora vivono con in genitori. Il che può essere un bene, per le mamme, oppure un incubo: la scelta è nostra.

8. Il guadagno delle attività illegali

Un altro record di cui, magari, non dobbiamo essere troppo orgogliosi sono i guadagni nel nostro paese della criminalità organizzata. Confesercenti lo valutò nel 2007 come una cifra corrispondente al 7% del nostro PIL, ma questo valore sembra molto sovradimensionato rispetto ad altri studi. Andiamo infatti, secondo le nuove stime, intorno ad un valore dell’1%, che comunque non è poco (e le stime potrebbero essere sbagliate visto che non è proprio semplice farle…). I guadagni arrivano da traffico di droga, prostituzione e gioco d’azzardo, ma se la stima italiana fosse l’1% del PIL, quella inglese sarebbe lo 0,9%. Record si, ma non di molto.

7. I prodotti alimentari tipici

image164-770x578

Questo record gli stranieri invece ce lo invidiano, e fanno bene ad invidiarcelo! Siamo il paese con il maggior numero di prodotti alimentari tipici, suddivisi tra i DOP, ovvero quei prodotti la cui produzione, trasformazione e conservazione deve essere svolta in un’area geografica ben precisa, e gli IGP, in cui solo una delle suddette fasi deve essere svolta in quel territorio. C’è anche una terza categoria di prodotti tipici che sono gli SGT, ma noi ne abbiamo uno solo (la pizza napoletana); non abbiamo bisogno delle Specialità Tradizionali Garantite perché abbiamo già tanti altri prodotti buoni come materie prime; questo marchio lo sfruttano gli stranieri che prodotti tipici… beh, non ne hanno.

6. L’università più antica del mondo

Oggi spesso i ragazzi vanno a studiare all’estero perché ritengono che la qualità degli insegnamenti sia migliore rispetto alla nostra, ma indipendentemente dal fatto che ciò sia vero (difficile quantificarlo) se studiassero in italia potrebbero farlo dall’alto di un’esperienza di insegnamento molto più antica di quanto accade all’estero. L’Università di Bologna è stata fondata nel 1088, in pieno medioevo, ed è la struttura più antica del mondo, seguita dalle altre che comunque sono sempre molto più antiche di molte delle università in cui si può studiare all’estero.

5. La produzione vinicola

Altro record che gli stranieri ci invidiano, trattandosi di una bevanda consumata in tutto il mondo, è sicuramente quello della produzione vinicola. Il vino non si può fare dappertutto perché la pianta che lo produce, la vite, ha alcune richieste particolari in termini di terreno e di clima, ma queste condizioni si trovano anche in altri paesi, ad esempio la Francia. Il record di produzione di vino è nostro ormai da diversi anni, ma ci è stato soffiato di pochissimo proprio dai nostri vicini nel 2013; ancora non ci sono stime ufficiali per il 2014, ma sembra che siamo riusciti a riprendercelo.

4. I divorzi causati da Whatsapp…

Io non uso Whatsapp, e consiglio a chi è perennemente indiavolito perché l’altro lo ha insultato su Whatsapp, sta litigando su Whatsapp o ha letto il suo messaggio ma non gli ha risposto (…) di fare una cosa semplice: toglierlo. E nessuno, ovviamente lo fa. Ma il dato concreto ed anche allarmante sui danni che un’app gratuita come questa può fare arriva dall’Associazione degli Avvocati Matrimonialisti: ben il 50% dei divorzi sono causati da Whatsapp, una cifra che gli altri stati non vedono neppure lontanamente. Al lettore le conclusioni.

3. L’esportazione di armi leggere, pistole e fucili

Un record quasi incredibile, a cui non si riesce a credere perché a causa della regolamentazione fatta dalla legge sono pochi gli italiani che possiedono delle armi per qualche motivo. Ma sono molte le industrie che le producono, e lo fanno per l’estero. Questo fa sì che l’Italia sia il primo paese esportatore di armi leggere (quindi pistole e fucili) del mondo, e tra i primi otto nella classifica per le esportazioni di armi di qualsiasi tipo. Un record non incoraggiante, visto che alcuni acquirenti, oltre agli USA (ovviamente) sono paesi che violano i diritti umani dei propri cittadini.

2. La fontana più redditizia del mondo

Sapevate che in Italia esiste una fontana che, invece di far sgorgare acqua, fa sgorgare oro puro? Magari forse oro proprio non è, ma sono euro. Tremila euro al giorno, di media. È la Fontana di Trevi, a Roma, che arriva a guadagnare queste cifre a causa dei tanti turisti che buttano nelle sue acque “una monetina” come da antica tradizione. Qualcuno ha pensato bene di prendere per sé tutti auesti soldi, e così le autorità hanno agito pensando di utilizzarli per fare opere di bene, rendendo così la Caritas l’unica associazione che potesse legalmente raccogliere tutti questi soldi, per aiutare le persone in difficoltà.

1. Il costo della politica e gli stipendi dei parlamentari

Il primo punto forse gli stranieri non ce lo invidiano più di tanto, diciamola tutta… È un argomento che si trova un po’ sulla bocca di tutti, e purtroppo corrisponde a verità: un parlamentare, in guadagni, può sfiorare addirittura le 20.000 euro al mese, che corrispondono a una media (contando chi guadagna di più e chi meno) di 140.000 euro all’anno. Dei 20.000 euro al mese, però, solo 5.000 va dichiarato in quanto costituisce lo stipendio vero e proprio: tutto il resto sono semplicemente dei rimborsi dovuti alle spese di mandato. Si tratta di costi doppi rispetto a quelli inglesi, quadrupli rispetto a quelli spagnoli. E a pensare che la nostra condizione, come quella della Spagna, è quella che è…

 

0 thoughts on “10 record italiani che gli stranieri ci invidiano (o forse no…)”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Main Sponsor

In Collaborazione con :

RDCHAT
Anonymous8572
ciao sofia 6 la migliore!!!11!!!11
Anonymous11608
solo io in linea ?
Anonymous11608
non vi ascolta nessuno ?
Anonymous11608
non si sente bene !...ma che razza di radio è questa
Anonymous12671
wooooo quanti ricordi vi ascolto dal nord italia ma e come se fossi li alle mie origini
Computer_Mania
Buonasera
Computer_Mania
in ascolto da Computer Mania Roccadaspide
Anonymous12691
buonasera, siete in diretta al Bonello music store
Anonymous12691
ai voglia
Computer_Mania
non si sentono i vostri mic ... alzate un po il volume ...
Computer_Mania
Fabio fai due zeppole
Anonymous13253
ciao ragazzi.....
Anonymous13253
Teresa guazzo ..ciao Gilda ciao Fabiosmile
Anonymous13264
tonalita' voce
Anonymous13264
diciamo che serve un po di tutto sinfooo
Anonymous16049
ciao fabio
Anonymous16069
Scorziello arbitro di merda!
Anonymous16070
Fallito
Anonymous16138
Stefano come promesso sono in ascolto sono il tuo collega fabio
Anonymous16710
Stefano ci sono By Peppe
Anonymous19846
Ciao Stefano, salutoni da Oliviero Gaetano, sono in ascolto...
Anonymous19845
ill
Anonymous19857
ti ascoltiamo by Bernadette e Giulio
Anonymous21114
ma non si sente nulla in streaming
Anonymous21114
tasto play premuto e non si sente
Anonymous21767
cosimoooo si u mejjj
Anonymous23193
in-love
Anonymous23504
volevo saper le vostre frequnze grzie
pacos emme
Salve
pacos emme
Salve a tutti
Anonymous24687 US
Online: 0

Customize
Created by Kainex
Radio Diffusione Calore è un marchio di Proprietà dell'Associazione culturale Radio diffusione Calore - i brani riprodotti sono brani non protetti dal diritto d'autore pertanto tutte copie libere o brani Copyleft